Dieci copertine brutte (43ª puntata)

Dove eravamo rimasti?

Siamo a fine marzo e, tra una cosa e l’altra, ci sono state le elezioni, abbiamo i Presidenti di Camera e Senato, è tornata l’ora legale: manca qualcosa? Certo: nel 2018 non è ancora uscita una puntata delle Dieci copertine brutte! Rimediamo subito a questa dimenticanza imperdonabile.

Intanto, come riscaldamento, ecco quella sagoma di Jackie Gleason in una delle sue espressioni migliori.

gleason

Proseguiamo con quel bell’uomo di Bill Smarme, la sua chitarra leopardata e le sue labbra fortunate: quando si dice “pacchetto completo”.

smarme

Tutto a un tratto irrompe Heino a ricordarci il vero protagonista della rubrica.

heino48

A ruota tornano anche le pettinatissime De Alpenzusjes.

dealpensuzjes12

Per le coppie che si amano davvero, ecco i supereroi di riferimento: Super Woman e Incredible Man. Entrambi con i rispettivi cappelli d’ordinanza.

louisemandrell

Per chi invece vuole divertirsi c’é Lil Wally: eccolo mentre telefona agli amici in uno dei night club dove lo conoscono tutti per la ricercata eleganza.

wally

Poi, chiaramente, c’é anche chi si diverte come può…

dayoopers

Intanto qualcuno avverta i Vikingarna che stanno per scontrarsi con un iceberg.

Vikingarna_Albatross_4_1151_500

Per loro fortuna, i Tommys sono prontamente partiti a salvarli.

Tommys_kompakt

Chiudiamo per una volta con un po’ di bei maschioni, che anche le signore devono rifarsi gli occhi…

pornland

Published by

Luca Divelti

Scrivo di musica, film, sport, fumetti e di tante cose ritenute a volte inutili, che però riempiono la vita e aiutano a vivere meglio. Se è così, forse tanto inutili non saranno...

23 thoughts on “Dieci copertine brutte (43ª puntata)

    1. Fuori tema su Aurulcave: è praticamente scomodo leggere il sito ho scritto già un paio di volte per segnalarlo peccato perché ci sono dei bei post.

      1. Pensavo avessi problemi con la nuova versione a pagamento del sito, che permette di leggere articoli in esclusiva.

      2. No, allora si spiega la lentezza e la scomodità nelle funzioni di discussione ( mi piace e commenti).

      3. Però così si invoglia poco la lettura, solo adesso ho saputo della versione a pagamento.

      4. È un percorso che le riviste online dovranno prima o poi affrontare tutte: so che ci possono essere inconvenienti e mi spiace.

      5. Condivisibile.
        Il lettore poi sceglierà.

        Però Luca ti riporto un fatto: una nota rivista online, SA, mi obbliga a disattivare un plugin blocca pubblicità, va bene l’ho fatto. Per poi trovare una marea di banner e video, fra l’altro alcuni molto seccanti e contrari a miei valori. Se poi ci metti che pubblicano articoli su roba poco interessante e di tendenza mah. Contenti loro scontento io che ci vado saltuariamente.

    2. Demenzialità e bruttezza vanno spesso a braccetto da queste parti😉

  1. Quella di Jackie Gleason sembra una copertina di “Mad”. Ammetto che ignoravo il lato sexy della polka: non si finisce mai di imparare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.