Dieci copertine brutte (15ª puntata)

Stavolta apriamo direttamente con Heino e la sua nuova veste metallara.

Ebbene sì, Heino dopo anni di folk e country si è reinventato a quasi ottant’anni come hard rocker, rivisitando i suoi pezzi più celebri. Questa è la copertina nella sua devastante svolta musicale.

Heino-Schwarz-Blüht-Der-Enzian
Schumacher Hulkenberg Vettel Sutil Glock

Ma tra i protagonisti della rubrica c’è la new entry di Mike Kruger e la sua spiccata simpatia (oltre che bellezza).

mike kruger2
Also Denn!

Poi come sempre, anche Orion deve esserci nella sua veste da Presley dei poveri.

sunrise
Sunrise

Jose Angel, invece, si mostra un pò scocciato mentre lo fotografano sulla sua poltrona preferita.

joseangel
Jose Angel

Orvel & Orvella (complimenti per il nome) si iscrivono al solito filone degli utilizzatori compulsivi di lacca.

orvel
Lord Touch Me

Mentre i nostri Gatti di vicolo miracoli si dedicano all’aerobica per mettersi in forma.

gatti
L’aerobica è chic

E invitano anche qualcun altro a fare lo stesso.

fats
War Between Fats And Thins

Altrove ci si dedica al ballo (o alle droghe sintetiche).

1960

Prima di essere ingaggiato da Francesco Gabbani, il gorillone era un provetto musicista.

mightyaccordingband
They Said It Couldn’t Be Done!

Invece il povero cane di Enik aspetta ancora qualcuno che lo salvi.

enik.jpg
Enik

Published by

Luca Divelti

Scrivo di musica, film, sport, fumetti e di tante cose ritenute a volte inutili, che però riempiono la vita e aiutano a vivere meglio. Se è così, forse tanto inutili non saranno...

13 thoughts on “Dieci copertine brutte (15ª puntata)

  1. Da far roteare lo stomaco!
    Inguardabili Mike Kruger, Enik, War Between Fats And Thins, i nostri gatti..
    E poi Jose Angel, vabbè che era la moda del momento…ma come si è vestito? La scarpa non si può guardare…neanche fa pandan con la poltrona 😀

  2. il bello è che ne riesci a scovare sempre di più trash… quando pensi che la rubrica sia arrivata alla fine per esaurimento di materiale… invece cali i poker d’assi 😀

  3. Orvel e Orvella non hanno citato Orvellino, il povero gatto che, per non restare a casa solo e sconsolato, è stato legato sulla capoccia di lei.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.