Meteore musicali: Holly Valance

Meteore musicali: Holly Valance

25/03/2017 4 Di Luca Divelti

Kiss Kiss è un altro brano che nel 2002 ti ritrovavi ovunque e neanche dopo numerose denunce per stalking rispettava il divieto di avvicinamento.

Holly Rachel Vukadinović nasce a Melbourne nel 1983 e debutta giovanissima in Neighbours, soap-opera australiana che aveva già lanciato altre glorie nazionali quali Kylie Minogue e Natalie Imbruglia e che avrebbe poi offerto lo spunto per Un posto al sole della RAI.

La sua carriera musicale parte col botto con Kiss Kiss, singolo che rielabora Şımarık,un successo del 1997 del cantante turco Tarkan. Il tormentone scala tutte le classifiche (anche grazie al video che lo promuove) e rende subito molto popolare Holly Valance, permettendo anche a Footprints, l’album che contiene la canzone, di vendere molto bene.

La nuova stellina del pop si arena subito con il disco successivo, State Of Mind, che, come capita spesso, non ripercorre lo stesso fortunato percorso dell’album di debutto (qualcuno che ci capiva cantava infatti “il secondo album è sempre il più difficile, nella carriera di un artista”).

Holly Valance capisce l’antifona e a differenza di molti “colleghi” torna quasi subito alla carriera televisiva e cinematografica (l’abbiamo vista in questi giorni nel Filmaccione Taken), rinunciando di fatto praticamente a ogni velleità musicale.

A chi le ha chiesto il perché, lei ha risposto di non divertirsi più a incidere dischi e, in genere, di non trovare stimoli nel campo musicale, ma a voler essere maliziosi sembra la storia della volpe e l’uva.

I Social